Condividi su
Share Button
PROVA-LATO-b-

Parete portante esterna

Le pareti portanti esterne WoodLogic  sono composta da pannelli di legno multistrato a fibre incrociate (X-Lam) per uno spessore di 85/99 mm a seconda della statica richiesta. Esternamente viene applicato un rivestimento termico in fibra di legno/ lana minerale dallo spessore minimo di 100 mm. Nella parte interna della parete è posta una intercapedine di 27 mm creata appositamente per dare la corretta traspirabilità al legno e per ospitare il passaggio delle predisposizioni elettriche ed idrauliche. Essa poi, una volta predisposti i vari impianti, viene riempita con lana minerale a medio/bassa densità per aumentare il valore termico ed acustico della parete. L’ulteriore doppia pannellatura in gesso o fibrogesso rivestito da 12,5+12,5 mm e stuccata con tre strati sovrapposti e levigati, rende la parte interna perfettamente liscia e pronta per la successiva rifinitura di pittura con effetto intonaco a base minerale. La rifinitura esterna è costituita da una rasatura mediante intonaco speciale ai silicati silossanici con rifinitura graffiata traspirante ed impermeabilizzante; il colore viene scelto dal cliente secondo campione. Il perimetro d’appoggio esterno della casa viene ulteriormente impermeabilizzato per evitare possibili infiltrazioni all’interno della casa mediante una speciale guaina in pvc o elastomerica; questo ne consente l’assoluta garanzia all’intaccabilità dell’umidità sulla parete portante in legno. Il valore termico della parete varia a seconda dello spessore del coibente, da 0,2 [W/m2K], fino al VALORE DAVVERO NOTEVOLE DI  0,13 [W/m2K] e oltre.

stratigrafia-parete-interna-portante

Parete portante interna

Le pareti portanti interne WoodLogic sono composta da pannelli di legno multistrato a fibre incrociate (X-Lam) per uno spessore di 85/99 mm o secondo statica, sulle quali viene applicata, con la stessa tecnica delle pareti portanti esterne, una doppia pannellatura in gesso rivestito o fibrogesso sostenuta da intelaiatura in alluminio e perfettamente rifinita. Nei bagni e nei locali umidi viene applicata una speciale pannellatura in idrolastra, idrorepellente ed antiumidità. Per quanto riguarda le pareti divisorie tra due unità abitative, vengono realizzate con una doppia parete in X-Lam con un’intercapedine riempita in canapa o lana di roccia, in modo da garantire la migliore prestazione acustica possibile tra i due appartamenti.

DIVISORIO-SU-XLAM

Parete divisoria non portante

Le pareti di legno se non hanno una funzione portante per il sostegno dei solai o della copertura, sono sostituite da divisorie in gesso rivestito con intercapedine di 50 o 75 mm.

solaiook

Solaio

Il solaio WoodLogic è composto da pannelli di legno multistrato a fibre incrociate (X-Lam) di diverso spessore a seconda della luce degli appoggi sottostanti  di spessore min 100 mm, e max. 220 mm) a seconda della statica richiesta. Un sovraccarico così alto viene considerato per interromperne quanto più possibile l’effetto elastico e di vibrazione, caratteristico dei solai in legno comunemente in commercio. Essi sono appoggiati sulle pareti perimetrali o su travatura di sostegno con uno speciale giunto di divisione per interrompere l’onda di frequenza sonora, data dal calpestio sugli stessi e dalle pareti superiori, per garantirne così un perfetto taglio acustico. Nella parte sottostante è necessaria la controsoffittatura. Questa prevede la realizzazione di una intercapedine d’aria di spessore variabile per permettere il passaggio dei punti luce a soffitto, successivamente riempita con materiale fonoassorbente, infine viene applicata una lastra in gesso rivestito da 12,5 mm perfettamente rifinita . Nella parte superiore viene posto un massetto fonoassorbente per calpestio e rumore aereo a seconda se esso deve dividere due unità abitative contraddistinte o la stessa unità come nel caso di villette unifamiliari o poste su due piani differenti. Lo spessore del pacchetto fonoassorbente può variare a seconda dei requisiti, e generalmente la stratigrafia è così composta (partendo dal pannello di legno):

  • massetto 6/8 cm
  • strato isolante
  • materassino anticalpestio
  • massetto autolivellante di 5/6 cm pronto per la finitura
copertura

Tetto

Il tetto WoodLogic è in legno d’abete lamellare ,ventilato ed isolato termicamente con fibra di legno o lana minerale non inferiore ai 160 mm di spessore. La struttura portante del tetto ha travature d’abete lamellare di dimensioni calcolate in base al sovraccarico previsto dalle normative EN ISO con pendenze secondo progetto. La parte interna a vista è in perlinato d’abete di prima scelta, con freno al vapore, barriera al vapore sopra intercapedine di ventilazione, tegole Wierer antichizzate tipo coppo di Francia o secondo le richieste urbanistiche o della Direzione Lavori. Il tetto viene poi corredato di tutta la lattoneria in lamiera preverniciata.

Trasmittanza termica minimo: U=0,216 [W/m2K]

Spostamento di Fase: 13 h.

Chi siamo


WoodLogic è il marchio che rappresenta la divisione più innovativa della Portesi Srl, azienda nel settore del legno dal 1951.
Oltre sessant’anni di esperienza nella realizzazione di strutture, nella lavorazione del legno ed team tecnico competente e sempre aggiornato, danno vita a costruzioni all’avanguardia e ad altissime prestazioni.

Vieni a trovarci

Contatti

Dichiaro di essere a conoscenza della normativa vigente riguardante il trattamento dei dati personali

Seguici

Scarica il catalogo